ACQUISTA LA TUA CANTINETTA VINO IDEALE TUTTI I GIORNI DALLE 9 ALLE 19

I 10 peggiori errori che puoi commettere con una cantinetta per vino

L’acquisto di una cantinetta vino è sicuramente la scelta giusta per un appassionato o un professionista del vino. Ma ci sono molte aree in cui potresti sbagliare, dall'installazione, alla pulizia e altro ancora. Di seguito un elenco dei 10 peggiori errori che puoi commettere con una cantinetta per vino e come risolverli il più velocemente possibile. Ad ogni modo ricordati una cosa molto importante: contrariamente a quello che ti consiglieranno quasi tutti, l'acquisto di una cantinetta vino non è cosa semplice. Il mercato oggi è saturo di presunti professionisti che si propongono come "esperti" di cantinette vino. Noi di Elidewine siamo sicuri di non peccare di presunzione se affermiamo di essere veri esperti in cantinette vino. 

Il nostro invito è: NON PROCEDERE ALL'ACQUISTO PRIMA DI AVERCI CONTATTATO.

 

 

10 - Acquisto di una cantinetta per vini per conservare alimenti

Sembrerà strano eppure in tutti questi anni ci sarà capitato centinaia di volte di dover spiegare ai clienti che le cantinette per vino non devono e non possono contenere alimenti di nessun tipo, nemmeno sigillati. Le cantinette per vino non sono frigoriferi: le differenze sono tantissime. Molte sono le richieste per contenere lievito per pane, ma ribadiamo è altamente sconsigliato.

 

9 - Acquistare una cantinetta per vino per la tua birra

Con la rivoluzione della birra artigianale in pieno svolgimento qualcuno sostiene che vino e birra vadano conservate insieme. Niente di più sbagliato, una cantinetta vino è chiamata “cantinetta vino” per un motivo: non è proprio l'apparecchio giusto per tutti i tipi di birra. Questo perché molte birre hanno un sapore migliore quando vengono mantenute più fredde. La maggior parte dei frigoriferi per bevande/birra ha un intervallo di temperatura di 1-16° C. La maggior parte delle cantinette vino ha un intervallo di 5-20° C. In altre parole, hanno un'impostazione di temperatura più bassa. Dal momento che le birre chiare sono meglio bevute a circa 1-2° C, acquistare una cantinetta per vini per mantenere le tue birre fredde in modo ottimale non è l'acquisto perfetto.

 

8 - Acquistare una cantinetta troppo piccola

Una cantinetta per vino da 6 o 12 bottiglie è carina, ma dovrebbe funzionare solo come complemento alla tua unità di raffreddamento principale. Qualsiasi capacità superiore a trenta/quaranta bottiglie è un investimento migliore a lungo termine, e se hai davvero il pallino della conservazione del vino, dovresti prendere in considerazione cantinette con capienza di oltre 60/80 bottiglie.

 

7 - Capovolgere o inclinare la cantinetta per vino

Una volta che hai messo le mani sulla tua cantinetta per vino, devi evitare di fare certe cose se vuoi che funzioni correttamente, come capovolgerla o anche solo inclinarla. Qualsiasi operazione di trasporto e/o installazione deve avvenire nel modo più dolce possibile, evitando di inclinare o capovolgere la cantinetta. Quando togli l’imballo per la prima volta, devi lasciarla in piedi per almeno 10/24 ore per lasciare che il liquido di raffreddamento si depositi.

 

6 - Esporre la cantinetta al sole e al calore

Il sole fa male sia al vino che a qualsiasi apparecchio di raffreddamento del vino. Quando il vino viene esposto ai raggi UV, i composti fenolici in esso contenuti, ovvero la sostanza che rende il vino un ottimo sapore e odore, iniziano a degradarsi. Una cantinetta per vino non è un'armatura completamente isolante: la luce naturale diretta può influenzare le tue bottiglie anche se apparentemente sono al sicuro. L'eccessiva luce solare diretta può anche influenzare il rivestimento esterno dell'unità di raffreddamento. Inoltre, il sole e/o il posizionamento vicino a fonti di calore, come un forno o un riscaldatore a parete, costringono la cantinetta a lavorare di più per abbassare la temperatura. Ciò si traduce in un maggiore consumo di elettricità, con temperature ambiente estremamente calde (o fredde) con il risultato che il dispositivo di raffreddamento non funziona affatto. Per evitare questo errore, installa la tua cantinetta in una zona buia lontano da fonti di calore, dove la temperatura ambiente è compresa tra 16 e 27° C e possibilmente non fluttua troppo.

 

5 - Appoggiare la cantinetta contro il muro o contro la parete di un mobile

Indipendentemente dal tipo di cantinetta per vino che acquisti, devi dargli spazio per respirare. La tua cantinetta per vino funziona 24h su 24  e questo genera calore e quel calore ha bisogno di un posto dove andare, soprattutto perché l'obiettivo è raffreddare le bottiglie di vino. La maggior parte delle cantinette per vini da libera installazione ha prese d'aria posteriori e se commetti l'errore di appoggiare la cantinetta per vino contro le pareti adiacenti, non sarà in grado di raffreddarsi correttamente. Ciò fa sì che il sistema di raffreddamento lavori di più e utilizzi più elettricità. Allo stesso tempo, la cantinetta può iniziare a surriscaldarsi, influenzando la temperatura all'interno della stessa e provocando alla fine il completo arresto del refrigeratore. Quindi lascia alla cantinetta almeno 3/5 centimetri di spazio per respirare nella parte posteriore e tra le pareti adiacenti e non posizionarlo in armadi compatti e chiusi.

 

4 - Apertura e chiusura costanti della porta

Le cantinette per vino non amano le fluttuazioni di temperatura continue e aprire e chiudere spesso la porta comporta fluttuazioni di temperatura all’interno della cantinetta che costringono il refrigeratore per vini a lavorare di più per tenere conto dell'aria calda o fredda che fai entrare. Un errore ancora peggiore ma correlato è lasciare la porta aperta. Se non la chiudi ermeticamente dopo ogni prelievo di bottiglia, la tua cantinetta non sarà sigillata sottovuoto e non sarà in grado di mantenere le temperature desiderate.

 

3 - Impostazione della temperatura sbagliata

Diversi tipi di vino devono essere conservati a temperature diverse. Ad esempio, i vini bianchi preferiscono temperature nella gamma di 6-12° C, mentre i vini rossi amano ambienti più caldi dai 14 ai 18° C. Molte cantinette consentono di regolare la temperatura con incrementi di 1° C, in modo da poterla calibrare sulla temperatura desiderata. Si deve tenere conto anche della temperatura esterna: se fuori fa caldo, potresti dover impostare il termostato della cantinetta su un valore più basso. Adattare la temperatura a tipi di vino specifici è più facile con una cantinetta a doppia zona. Questi apparecchi hanno due zone di raffreddamento separate con controlli di temperatura indipendenti. Se ami sia i rossi che i bianchi e desideri conservarli correttamente, non commettere l'errore di acquistare un refrigeratore per vini a zona singola.

 

2 - Installazione di una cantinetta per vino da libera installazione nel tuo mobile

Non è mai possibile e altamente sconsigliato installare in un mobile una cantinetta per vino da libera installazione. Solo una cantinetta per vino con uno sfiato (griglia solitamente posizionata sul davanti nella parte bassa della cantinetta) può essere installata nei mobili. Questo permette una libera circolazione dell’aria e quindi un giusto raffreddamento della cantinetta. Fondamentale non bloccare accidentalmente lo sfiato con qualcosa come un asciugamano o altro. Discorso diverso per le cantinette da incasso a colonna che devono avere una giusta aerazione all’interno del mobile con la predisposizione di un “camino” che sfoghi l’aria calda dall’alto.

 

1 - Non pulire il frigorifero per vini

Pulire le superfici interne della cantinetta con un panno morbido/una spugna e acqua tiepida o un igienizzante opportunamente diluito assicurerà che nulla contamini le bottiglie e di conseguenza il vino. Questo aiuta anche ad eliminare eventuali cattivi odori che possono formarsi nel tempo. Dopo la pulizia, assicurarsi di lasciare asciugare completamente l’interno della cantinetta. La pulizia annuale (consigliata) della cantinetta eviterà che muffe e altri cattivi odori si accumulino, filtrino attraverso il tappo e influenzino il sapore del vino. Infine, non commettere l'errore di utilizzare liquidi infiammabili per pulire la cantinetta e in particolare le parti calde dell'apparecchio. Spegnere sempre la cantinetta durante le operazioni di pulizia, facendo attenzione a togliere anche la spina.

 

Cosa dicono di noi